Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

La Voce Nel Linguaggio E Nel Canto

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "".
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Capitolo 15 - Semplicità

    Un linguaggio semplice - Cristo ha sempre usato un linguaggio semplice, ciononostante le sue parole erano ricevute da pensatori profondi, e senza pregiudizi perché erano parole che mettevano alla prova la saggezza degli ascoltatori. Le verità spirituali dovrebbero essere sempre presentate in un linguaggio semplice anche se dirette a persone colte. Il linguaggio semplice è il più eloquente. E’ necessario rivolgersi sia agli educati che agli ignoranti in modo semplice e piano, affinché la verità possa essere compresa e trovi accoglimento nel cuore. Cristo si rivolgeva alle folle, ai dotti e agli ignoranti nello stesso modo con gentilezza e semplicità, affinché tutti fossero in grado di comprendere le Sue lezioni. - The Review and Herald, May 18, 1897VLC 57.1

    Semplicità con le persone dotte e comuni - Il più grande Maestro che il mondo abbia mai conosciuto è stato ammirato per la Sua semplicità. Lui presentava la Verità divina in modo tale che anche i bambini potevano comprendere le Sue parole. Allo stesso tempo, richiamava l’attenzione dei pensatori più istruiti del mondo. Con l’uso di illustrazioni, presentava la Verità alla gente comune. Con la semplicità delle Sue parole seminava la Verità del Vangelo nelle menti e nei cuori dei Suoi ascoltatori, ed essa germogliava e produceva una raccolta per la vita eterna. - Sons and Daughters of God, p. 86VLC 57.2

    Illustrazioni appropriate - Cristo parlava un linguaggio così semplice che il popolo non poteva fraintenderlo. Con il Suo approccio particolare aiutava tutti coloro che soffrivano ed erano tristi. Con modi gentili e affettuosi soccorreva i peccatori malati, assicurando loro guarigione e forza. L’insegnante supremo si avvicinava alle persone ricorrendo a modelli ed esempi a loro familiari.VLC 57.3

    Presentava la Verità in modo tale che gli uditori l’avrebbero ricordata sempre insieme ai loro pensieri più cari. Con i Suoi insegnamenti essi sentivano che Egli s’immedesimava completamente con i loro interessi e alla loro felicità. Era una persona diretta; gli esempi che usava, erano appropriati, le Sue parole erano dolci e positive tanto che chi le sentiva ne rimaneva affascinato. La semplicità e il calore con cui si rivolgeva ai bisognosi santificavano ogni Sua parola. - The Ministry of Healing, pp. 23,24VLC 58.1

    La Parola esposta in modo semplice - Cristo non adulò mai nessuno. Non parlò mai di cose che esaltassero l’immaginazione, non lodò mai nessuno per le sue invenzioni intelligenti, ma alcuni teologi, profondi e senza pregiudizi, accolsero il Suo insegnamento e si resero conto che esso metteva alla prova la loro saggezza. Si stupivano per la semplicità con cui sapeva esprimere le verità spirituali. Le persone più colte erano attratte dalle Sue parole e ne ricavavano sempre profitto; ma chiunque - anche le persone non istruite e perfino i pagani — potevano comprendere il Suo messaggio. - The Desires of Ages, p. 254VLC 58.2

    Verità chiare anche a un bambino - Le parole di Vita furono presentate con tale semplicità che anche un bambino poteva capirle. Uomini, donne e bambini venivano impressionati dal modo di spiegare le Scritture; la gente percepiva l’intonazione della Sua voce, collocava la stessa enfasi nelle loro parole, e imitava i suoi gesti. - Counsels on Health, pp. 498,499VLC 58.3

    Termini e simboli più semplici - Il Salvatore è venuto per evangelizzare i poveri. (Luca 4:18) Nei Suoi insegnamenti ha usato i termini più semplici e i simboli più chiari ed è scritto che …una gran folla lo ascoltava con piacere. (Marco 12:37) Oggi chi collabora con il Signore deve approfondire i Suoi insegnamenti. - The Ministry of Healing, p. 443VLC 58.4

    Come balsamo di Galaad (Geremia 8:22) - La gente ascoltava le parole di grazia del Figlio di Dio. Quelle parole piene di comprensione erano un balsamo per il loro spirito. Il Suo influsso divino rendeva la vita e la gioia ai morenti, la salute ai malati, la felicità agli afflitti. - DA 365VLC 59.1

    Il suo linguaggio era forte e semplice - Cristo raggiungeva le persone dovunque si trovassero. Presentava la chiara verità alle loro menti con un linguaggio semplice e forte. Gli umili, i più ignoranti, potevano comprendere le Verità più sublimi attraverso la fede in Lui. Nessuno di loro aveva bisogno di consultare i saggi dottori per comprendere ciò che udivano. Gesù non si serviva di parole misteriose o difficili, di cui non erano a conoscenza. Il più grande Maestro, che il mondo abbia mai conosciuto, insegnava in modo semplice, esplicito, pratico e chiaro. - Gospel Workers, pp. 49,50VLC 59.2

    Insegnava grandi verità morali con freschezza e forza - Gesù, il grande Maestro rivelò con il linguaggio più semplice le grandi verità morali, rivestendole di freschezza e forza. - The Review and Herald, March 21, 1993VLC 59.3

    Presentava Verità semplici ed evidenti - Il proposito di Gesù era usare tutti i Suoi poteri per la salvezza degli uomini. Ogni atto della Sua vita tendeva a tale fine. Lui viaggiava a piedi insegnando ai Suoi seguaci mentre camminavano. I Suoi indumenti erano impolverati e sporchi, e il Suo aspetto era poco invitante, ma le semplici ed evidenti Verità che sgorgavano dalle Sue labbra divine, affascinavano tutti ed essi rimanevano incantati non dall’uomo ma dalla dottrina che insegnava. - Testimonies for the Church, vol. 4, p. 373VLC 59.4

    Non diceva nulla che non fosse essenziale - Le parole di Cristo non contenevano nulla che non fosse essenziale. Il sermone sulla montagna è semplicemente meraviglioso, che perfino un bambino può comprenderlo senza equivoci. Il Monte delle Beatitudini è un simbolo dell’elevazione spirituale di Cristo. Ogni parola che pronunciava proveniva da Dio e parlava con l’autorità del Cielo. Le parole che vi dico sono spirito e vita — disse Gesù. (Giovanni 6:63) - Counsels to Parents, Teachers and Students, p. 439VLC 59.5

    Nessuno sfoggio di eloquenza - Nelle parole del Maestro più grande che il mondo abbia mai conosciuto non vi è alcuno sfoggio di eloquenza umana. Il suo linguaggio è semplice, i pensieri e i sentimenti testimoniano la massima semplicità. I poveri, gli ignoranti, gli ingenui, potevano comprenderlo. Il Signore dei cieli si rivolgeva alle anime che venne a salvare, con misericordia e bontà. Insegnava loro come uno che ha autorità, pronunciando le parole di vita eterna. - Testimonies for the Church, vol. 5, p. 254VLC 60.1

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents