Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Supplemento Al Commentario Biblico Di (Ellen G. White) Volumi Da 1a7 (Vecchio Testamento)

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "".
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Capitolo 10: 1,2

    Tola ristabilì l'ordine, la legge e la giustizia CBVT7A 143.5

    Dopo la morte di Abimelek, l’usurpatore, il Signore costituì Tola giudice di Israele. Il suo pacifico regno fu in contrasto con le burrascose scene in cui si era trovata la nazione prima della sua ascesa a questo compito. Non fu compito di Tola condurre l’esercito in battaglia per ottenere la vittoria sui nemici d’Israele, come fecero i governanti precedenti, ma la sua influenza strinse di più i vincoli del popolo e stabilì il governo su una base molto più ferma. Egli ristabilì l’ordine, la legge e la giustizia.CBVT7A 144.1

    A differenza dell’orgoglioso e invidioso Abimelek, Tola non ambiva alla posizione e agli onori per sé stesso, ma desiderava soltanto migliorare la condizione del suo popolo. Egli era un uomo umile, e sapeva che non avrebbe potuto compiere nessuna grande opera, tuttavia decise di compiere con fedeltà il suo dovere verso Dio e verso il popolo. Egli apprezzava grandemente il privilegio del culto divino, e scelse di abitare vicino al tabernacolo per poter frequentare il più spesso possibile i servizi religiosi che si realizzavano in esso. (ST, Aug. 11, 1881)CBVT7A 144.2

    3 — 6 Jair cerca di continuare il culto di Dio CBVT7A 144.3

    E i figlioli d’Israele continuarono a fare ciò che è male agli occhi dell’Eterno e servirono gli idoli di Baal e di Astarte, gli dèi della Siria, gli dèi di Sidone, gli dèi di Moab, gli dèi dei figli di Ammon e gli dèi dei Filistei; abbandonarono l’Eterno e non gli servirono più. (Giudici 10:6)CBVT7A 144.4

    Tola governò Israele ventitré anni, poi fu sostituito da Jair, e anche lui temeva il Signore e si sforzò di adorare il Signore insieme al popolo. Nel condurre gli affari di governo fu aiutato dai suoi figli che agivano come magistrati e che andavano da un luogo all’altro per amministrare la giustizia. Durante l’ultima parte del governo di Jair, e dopo la sua morte, il popolo ricadde di nuovo nell’idolatria. (ST, Aug. 11, 1881)CBVT7A 144.5

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents