Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Testimonianze Per I Ministri E Per Gli Operai Del Vangelo

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "".
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Usiamo i talenti che Dio ci ha dato

    Non potremmo fare di più per risvegliare le chiese affinché agiscano in base alla luce che hanno ricevuto? Dio ha dato a ciascun uomo un compito. Sia i più umili, come i potenti sono stati dotati di un’influenza, che essi dovrebbero esercitare per il Signore e dovrebbero dedicare a lui anche tutti i loro talenti, ognuno lavorando al posto di dovere assegnatogli. Il Signore si aspetta che ognuno dia il meglio di sé.TMGI 131.5

    Quando la luce splende nel cuore, Egli si aspetta che la nostra opera corrisponda alla nostra luce, conforme alla misura della pienezza di Cristo che abbiamo ricevuto. Quanto più usiamo la nostra conoscenza ed esercitiamo le nostre facoltà, tanto più acquisiremo conoscenza, e sempre più saremo capacitati per fare un’opera maggiore e migliore.TMGI 132.1

    I nostri talenti non sono nostri, sono proprietà del Signore. Siamo responsabili dell’uso o dell’abuso dei doni del Signore. Dio chiede agli uomini di investire i talenti che furono affidati loro, poiché quando il Signore ritornerà, riceverà con gli interessi quello che gli appartiene. Con il suo sangue Cristo ci ha acquistati come suoi servitori. Lo serviremo? Cercheremo con diligenza di essere ammessi alla presenza di Dio? Vogliamo dimostrare con i fatti che siamo amministratori della sua grazia? Ogni sforzo fatto per il Maestro, spinto da un cuore puro e sincero sarà un soave profumo per Lui.TMGI 132.2

    Noi camminiamo al cospetto delle intelligenze invisibili. Un testimone è costantemente al nostro fianco per vedere come usiamo i doni che ci sono stati affidati. Quando un buon amministratore fa crescere i suoi talenti con i suoi interessi, egli non avrà nessuna pretesa. Si renderà conto che sono dei talenti che Dio stesso gli ha consegnato, e renderà gloria al Maestro. Egli sa che non ci sarebbe nessun guadagno senza il deposito, nessun interesse senza il capitale.TMGI 132.3

    Egli dirà:TMGI 132.4

    Signore, tu mi affidasti cinque talenti: ecco, ne ho guadagnati altri cinque.TMGI 132.5

    Matteo 25:20TMGI 132.6

    Facciamo in modo che la chiesa faccia crescere il capitale che il Signore gli ha dato. Senza la grazia di Cristo, ogni anima sarebbe caduta in “bancarotta” per l’eternità, pertanto, non possiamo reclamare nulla con giustizia. E poiché non possiamo reclamare nulla, se siamo amministratori fedeli, il Signore ci premia come se i meriti fossero tutti nostri.TMGI 132.7

    Egli dice:TMGI 132.8

    Va bene, servo buono e fedele; sei stato fedele in poca cosa, ti costituirò sopra molte cose; entra nella gioia del tuo Signore.TMGI 132.9

    Matteo 25:21TMGI 132.10

    Quanti faranno cordoglio per le opportunità perse quando ormai sarà troppo tardi! Oggi abbiamo il talento e le opportunità, ma non sappiamo per quanto tempo ancora quest’opportunità ci sarà data. Allora, mettiamoci al lavoro mentre è ancora giorno, perché quando viene la notte nessuno può più operare.TMGI 132.11

    Beato quel servo che il padrone, arrivando, troverà così occupato!TMGI 132.12

    Matteo 24:46TMGI 132.13

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents