Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Testimonianze Per I Ministri E Per Gli Operai Del Vangelo

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "".
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    “I fatti che non dobbiamo dimenticare”

    L’ultima parte di questo volume è stata tratta dai messaggi di Ellen G. White scritti nel 1907 e nel 1914. Ellen White, ha avuto occasione di rivedere il capitolo intitolato “Principi vitali riguardo alle nostre relazioni”, particolarmente nell’articolo “Jehovah is our King”, (Jahveh è il nostro Re), un messaggio letto durante il meeting nel sud della California nell’agosto 1907; fu letto da Ellen un altro articolo intitolato “Individual Responsability and Christian Unity” (Responsabilità individuale e Unità Cristiana) durante la sessione della Conferenza Generale tenutasi nel Gennaio 1907 in California.TMGI 20.2

    Questi articoli raggruppano i punti essenziali del presente volume. I consigli ivi contenuti devono ricordare a tutti, che perdere di vista questi principi, potrebbe mettere in pericolo la chiesa. La storia può ripetersi, e gli esseri umani possono dimenticare. Nondimeno sono stati fatti sforzi per evitare il ripetersi degli errori commessi a Battle Creek.TMGI 20.3

    Ellen. G White scrive:TMGI 20.4

    “Non abbiamo nulla da temere dal futuro, eccetto che dimentichiamo il modo in cui il Signore ci ha condotti”. (pag. 31)TMGI 20.5

    Davanti agli amministratori e ai pastori della Chiesa ci sono sempre questi messaggi d’avvertimento e ammonizione per aiutarli ad evitare di commettere gli errori degli anni precedenti. E profondamente vincolati a questi ammonimenti specifici ve ne sono altri di indole generale che hanno a che vedere con un elevato livello morale e spirituale dell’opera del ministro.TMGI 20.6

    I messaggi che troviamo in questo volume, sono intimamente relazionati ai cuori e alle anime di coloro che furono i pastori del gregge e di coloro che assunsero responsabilità amministrative in passato; si potranno applicare ai nostri giorni solo se le condizioni descritte avverrebbero di nuovo. In qualsiasi tempo, nessuno dovrebbe commettere l’errore di applicare ai ministri i rimproveri che sono qui descritti. Tantomeno l’intima conoscenza che alcuni hanno dei problemi e delle crisi prodotte negli anni scorsi, non dovrebbe offuscare la nostra fiducia nel glorioso trionfo della causa di Dio.TMGI 20.7

    Ellen White, alla quale Dio aveva rivelato i segreti dei cuori degli uomini, le debolezze e le carenze dell’umanità, non ha mai perso la fiducia negli operai eletti da Dio. Per lei, il fatto che Dio ha mandato messaggi di rimprovero a coloro che commisero un errore, non era un indizio dell’abbandono da parte di Dio, ma piuttosto un’evidenza dell ', amore di Dio, “perché il Signore corregge chi ama” (Ebrei 12:6). Né tantomeno la scoraggiarono il regresso che sperimentò la causa nel fragore della battaglia tra le forze del male e le forze della giustizia, perché essa si rendeva conto che “noi come cristiani fedeli alla Bibbia, guadagneremo terreno” (Messaggi scelti n. 2, p. 397), e perché “il Dio d’Israele sta ancora guidando il Suo popolo e continuerà a essere con loro fino alla fine”. (Life Sketches, pagine 437, 438)TMGI 21.1

    Questa prefazione è stata presentata allo scopo di presentare al lettore i motivi del contenuto di quest’opera. Vi è una quantità di riferimenti riguardo a situazioni specifiche, movimenti e istituzioni, che possono sembrare un po’ oscure per noi che viviamo a tanta distanza dagli eventi qui riportati. Per dare informazioni che potrebbero guidarci ad una migliore comprensione di questi riferimenti, alla fine di questo libro pubblichiamo un’appendice con alcune note valide, che speriamo siano molto utili per i nostri lettori. Non è compito dei custodi degli scritti di E. G. White spiegare o interpretare i consigli che ci sono stati dati. È loro privilegio, e a volte loro responsabilità presentare la situazione storica relativa a determinate situazioni, e presentare anche nel loro contesto altri consigli che possono aiutare il lettore a comprendere meglio questi scritti e pertanto interpretarli correttamente. Possa questo libro aiutare i leader timorati di Dio ad andare avanti vittoriosi nel loro prezioso lavoro per la causa del Signore, è il nostro sincero desiderio e augurio.TMGI 21.2

    The Board of Trustees of the
    Ellen G. White Estate
    Washington D.C.
    10 Maggio 1962

    “Ogní scríba che díventa un
    díscepolo del regno deí cíelí è símíle
    a un padrone dí casa íl quale tíra
    fuorí dal suo tesoro cose nuove e
    cose vecchíe”.
    Matteo 13:52
    TMGI 22.1

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents