Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Testimonianze Per I Ministri E Per Gli Operai Del Vangelo

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "".
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    La rinuncia dell’IO”

    Granville, Australia, 13 settembre 1895.TMGI 189.3

    E necessario che i nostri ministri subiscano un cambiamento radicale. I loro cuori devono essere più colmi di Cristo anziché dell’IO. Dobbiamo essere i rappresentanti di nostro Signore. Coloro che hanno ricevuto una grande e preziosa luce sono responsabili davanti al Signore del lavoro che gli è stato affidato. Essi non dovrebbero mai tradire la sacra fiducia, anzi devono essere loro la luce del mondo.TMGI 189.4

    “In questo consiste l’amore, non che noi abbiamo amato Dio, ma è Lui che ci ha amati e ha mandato il Suo Figlio come vittima d’espiazione per i nostri peccati”. Ecco un’espressione che definisce il proposito del Signore verso un popolo corrotto e idolatra:TMGI 189.5

    Come farei a lasciarti, o Efraim? Come farei a darti in mano altrui, o Israele? Come potrei renderti simile ad Adma e ridurti allo stato di Seboim? Il mio cuore si commuove tutto dentro di me, tutte le mie compassioni si accendono.TMGI 189.6

    Osea 11:8TMGI 189.7

    Egli poteva abbandonare un popolo per il quale aveva dato tanto — il suo Unigenito Figlio — espressione dell’Immagine di se stesso?TMGI 189.8

    Il Signore ha permesso il sacrificio di Suo Figlio a causa dei nostri peccati. Il Figlio stesso si è offerto di diventare il Portatore del peccato, spogliando se stesso dell’affetto paterno. In questo modo l’amore si manifesta in modo meraviglioso per la razza ribelle. Quale spettacolo per gli angeli! Quale speranza per l’uomo, che mentre eravamo ancor peccatori, Cristo è morto per noi. (Romani 5:8) Il Giusto ha sofferto per l’ingiusto, Egli ha preso i nostri peccati su di Sé sul legno. Colui che non ha risparmiato il proprio Figlio, ma lo ha dato per noi tutti, non ci donerà forse anche tutte le cose con lui?TMGI 190.1

    Romani 8:32TMGI 190.2

    Come testimoni di Cristo, avvaloriamo la possessione acquisita da Cristo? Siamo pronti a fare qualunque sacrificio che è alla nostra portata per metterci sotto il giogo di Cristo, per cooperare con Lui ed essere collaboratori di Dio? Tutti quelli che sopportano la prova, obbedendo ai suoi comandamenti, amano la razza umana che perisce, come Cristo lo amò. Essi hanno seguito l’esempio di Cristo. Si sono sacrificati per l’opera, hanno cercato di portare in lungo e in largo, sulle strade e nelle valli, ai grandi, agli umili, ai ricchi e ai poveri il messaggio che essi sono l’oggetto speciale dell’amore e della tenera cura di Cristo.TMGI 190.3

    Special Testimonies to ministers and workers (Serie A, nr. 4, 1895), pp. 20-25TMGI 190.4

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents