Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Testimonianze Per I Ministri E Per Gli Operai Del Vangelo

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "".
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Un terribile inganno

    Come sono ingannati coloro che pensano che il mondo stia migliorando. Cristo dichiara:TMGI 106.1

    Infatti, come nei giorni prima del diluvio si mangiava e si beveva, si prendeva moglie e s ', andava a marito, fino al giorno in cui Noé entrò nell ', arca, e la gente non si accorse di nulla, finché venne il diluvio che portò via tutti quanti, così avverrà alla venuta del Figlio dell ', uomo.TMGI 106.2

    Matteo 24:38,39TMGI 106.3

    Il mondo è ad un passo dal respingere la legge di Dio.TMGI 106.4

    Seguì un terzo angelo, dicendo a gran voce: «Chiunque adora la bestia e la sua immagine, e ne prende il marchio sulla fronte o sulla mano, egli pure berrà il vino dell ', ira di Dio versato puro nel calice della sua ira; e sarà tormentato con fuoco e zolfo davanti ai santi angeli e davanti all ', Agnello. Il fumo del loro tormento sale nei secoli dei secoli. Chiunque adora la bestia e la sua immagine e prende il marchio del suo nome, non ha riposo né giorno né notte.TMGI 106.5

    Apocalisse 14:9-11TMGI 106.6

    Giovanni fu chiamato a contemplare un popolo distinto da coloro che adorano la bestia e la sua immagine e osservano il primo giorno della settimana. L’osservanza di questo giorno è il marchio della bestia. L’apostolo dichiara:TMGI 106.7

    Qui è la costanza dei santi che osservano i comandamenti di Dio e la fede di Gesù.TMGI 106.8

    Apocalisse 14:12TMGI 106.9

    Allora il dragone s ', infuriò contro la donna e andò a far guerra a quelli che restano della discendenza di lei che osservano i comandamenti di Dio e custodiscono la testimonianza di Gesù.TMGI 106.10

    Apocalisse 12:17TMGI 106.11

    Qui è chiaramente dimostrato che ci saranno due gruppi di persone nel momento in cui il Signore e Salvatore Gesù Cristo apparirà. In quale gruppo noi vogliamo essere trovati?TMGI 106.12

    Ecco, sto per venire - disse Gesù - e con me avrò la ricompensa da dare a ciascuno secondo le sue opere. Io sono l ', Alfa e l ', Omega, il primo e l ', ultimo, il principio e la fine. Beati quelli che lavano le loro vesti per aver diritto all ', albero della vita e per entrare per le porte della città!TMGI 106.13

    Apocalisse 22:12-14TMGI 107.1

    Questo è il destino di quelli che osservano i comandamenti. Non vogliamo trovarci tra coloro che avranno diritto all’albero di vita e che entreranno attraverso le porte della città celeste? Adamo ed Eva e la loro progenie persero il diritto all’albero della vita a causa della disobbedienza.TMGI 107.2

    E il SIGNORE disse: «Ecco, l ', uomo è diventato come uno di noi, quanto alla conoscenza del bene e del male. Guardiamo che egli non stenda la mano e prenda anche del frutto dell ', albero della vita, ne mangi e viva per sempre. Perciò Dio il SIGNORE mandò via l ', uomo dal giardino d’ ', Eden, perché lavorasse la terra da cui era stato tratto. Così egli scacciò l ', uomo e pose a oriente del giardino d ', Eden i cherubini, che vibravano da ogni parte una spada fiammeggiante, per custodire la via dell ', albero della vita.TMGI 107.3

    Genesi 3:22-24TMGI 107.4

    Adamo ed Eva trasgredirono la legge di Dio, e questo rese necessaria l’espulsione dall’Eden e la separazione dall’albero della vita, quindi dal mangiare il frutto di questo albero dopo la loro trasgressione.TMGI 107.5

    Così egli scacciò l ', uomo e pose a oriente del giardino d ', Eden i cherubini, che vibravano da ogni parte una spada fiammeggiante, per custodire la via dell ', albero della vita.TMGI 107.6

    L’uomo dipendeva dall’albero della vita per l’immortalità e il Signore prese queste precauzioni, affinché gli uomini non mangiassero da questo albero “e vivere in eterno” — ossia diventare peccatori immortali.TMGI 107.7

    La morte entrò nel mondo a causa della trasgressione, ma Cristo diede la sua vita, affinché l’uomo potesse avere un’altra opportunità. Cristo non è morto sulla croce perché la legge di Dio sia abolita, ma per assicurare all’uomo un secondo tempo di grazia. Egli non è morto per fare del peccato un attributo dell’immortalità, morì per garantire il diritto a distruggere colui che aveva il potere della morte, cioè il diavolo. Gesù soffrì pienamente la pena che il mondo intero meritava a causa della violazione della legge. Egli ha accettato questa sofferenza, non perché gli uomini continuassero nella trasgressione, ma perché ritornassero ad essere leali e osservassero i comandamenti di Dio e la Sua legge, come la pupilla dell’occhio Suo.TMGI 107.8

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents