Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Testimonianze Per I Ministri E Per Gli Operai Del Vangelo

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "".
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    CAPITOLO 10—METODI, PRINCIPI E MOTIVI CORRETTI

    La corretta educazione

    Cooranbong, Australia 27 agosto 1895.TMGI 185.1

    Cari Fratello e SorellaTMGI 185.2

    Gli studenti della nostra scuola di formazione di attività manuali, che abbiamo fondato in questo luogo, stanno facendo del loro meglio per seguire la Luce che Dio ha dato, al fine di combinare la loro preparazione mentale con l’uso del cervello e dei muscoli. Finora i risultati hanno superato le nostre aspettative. Alla fine del primo trimestre, che fu considerato come un esperimento, ai ragazzi fu data l’opportunità di fare le vacanze e di dedicarsi ai lavori manuali di loro scelta. Ma tutti gli studenti chiesero di poter continuare come prima, col lavoro manuale combinato alle ore di studio. Essi non volevano rinunciare all’opportunità che veniva data loro nell’imparare a lavorare e a studiare. Se questa è la loro scelta, nonostante le circostanze più svantaggiate, quale influenza avrà questa scuola, quando gli edifici saranno allargati e ci sarà un ambiente più favorevole per gli alunni?TMGI 185.3

    L’edificio che ora occupano, l’unico adeguato per questo proposito, era un vecchio hotel che affittammo e che stanno usando al massimo della sua capienza. Presso la scuola, in un parco attiguo, abbiamo montato quattro tende, anche queste ad uso degli studenti. Ogni mattina alle sei, i ragazzi si riuniscono per il culto mattutino e lo studio della Bibbia. Queste riunioni si sono rivelate una grande benedizione.TMGI 185.4

    Ho parlato ai giovani per otto mattine. Durante le riunioni si sentiva forte presenza del Signore. I presenti oscillavano tra le 26 — 30 persone. Durante i primi incontri lo Spirito d’intercessione discese su di me, e tutti avevano la consapevolezza che il Signore ascoltava le nostre preghiere. Allora parlai per circa 30 minuti, e il Signore mi suggerì le parole per tutti i giovani presenti. Furono riunioni molto proficue, e le testimonianze dei giovani confermarono che lo Spirito Santo era con loro facendogli intravedere le cose di Dio. Nella misura in cui progredivano le riunioni, le impressioni spirituali erano sempre più evidenti. La presenza divina era con noi. Le simpatie e i sentimenti dei presenti erano ispirati con potenza e favore. I loro cuori erano sempre più sensibili all’influenza dello Spirito Santo, e si operarono cambiamenti decisivi sulle menti e i caratteri. Lo Spirito di Dio agiva negli agenti umani. Io lodo il Signore per questa influenza incoraggiante sul mio cuore. Tutti abbiamo sentito che il Signore collaborava con noi per condurci al “volere” al “decidere” e “all’agire”.TMGI 185.5

    Il Signore non si propone di fare e agire al nostro posto. Questo è compito nostro. E non appena cominciamo a lavorare ferventemente nell’opera, la grazia di Dio scende su di noi per produrre in noi il volere e il fare, ma mai come sostituto dei nostri sforzi. Le nostre anime devono svegliarsi per cooperare con il Signore, e lo Spirito Santo opera nello strumento umano, affinché ci occupiamo della nostra salvezza. Questa è la lezione pratica che lo Spirito Santo sta cercando d’insegnarci.TMGI 186.1

    Infatti, è Dio che produce in voi il volere e l’agire, secondo il suo disegno benevolo.TMGI 186.2

    Filippesi 2:13TMGI 186.3

    Non ho mai avuto una convinzione così profonda della Verità e del suo potere sulla mente umana, come quando mi sono rivolta agli studenti negli incontri di buon mattino. Mattina dopo mattina, ricevevo un messaggio da Dio. Ho goduto di una libertà speciale nel parlare due volte durante il sabato. Ad ogni incontro partecipavano molti non credenti, e anche loro erano molto attratti dalla presentazione della Verità. Se avessimo un luogo adatto per le riunioni, avremmo potuto invitare i vicini. Ma la nostra sala da pranzo stretta e lunga, affollata di gente, non è un luogo molto adeguato per celebrare il culto. Mi è stato assegnato un piccolissimo spazio nell’angolo della sala dove sono pigiata contro la parete. Tuttavia, nonostante questi inconvenienti il Signore è sempre con noi, e noi lo sappiamo molto bene. Alcune anime, meditano seriamente sulla Parola di Dio.TMGI 186.4

    Tutti sappiamo che la lotta più dura e intensa dell’anima si produce quando il cuore umano prende la grande decisione di mettere in pratica le sue convinzioni. Consacrare l’anima a Dio significa affidargliela affinché, Colui che ha comprato la nostra libertà a un prezzo infinito la protegga; una volta fatto questo passo dobbiamo continuare a conoscere il Signore, affinché sappiamo che la Sua venuta è predeterminata come l’alba.TMGI 186.5

    L', obbedienza è meglio che il sacrificio. (1 Samuele 15:22)TMGI 186.6

    Tutta l', opera del cristiano consiste nel volere e nel fare.TMGI 186.7

    Gli articoli di questa sezione provengono da Testimonies to Ministers and Workers (Serie A, Nos. 4-6, 1895-1896). Questo articolo proviene dal nr. 4, pp. 14-20TMGI 186.8

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents