Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

I tesori delle testimionianze 2

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "".
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Uomini di incensurabile reputazione

    In seno al popolo di Dio la norma della moralità non è tanto elevata come dovrebbe. Molti di quelli che dicono di osservare i comandamenti di Dio e di difenderli, in realtà li trasgrediscono. Le tentazioni si presentano in forma tale che i tentati credono trovarvi una scusa alla loro trasgressione. Quanti entrano nel campo missionario dovrebbero essere uomini e donne che camminano e parlano con Dio. Coloro che stanno sul sacro pulpito come ministri dovrebbero essere uomini di incensurata reputazione: la loro vita dovrebbe essere senza macchia, al disopra di tutto ciò che possa aver sapore di impurità. Non rischiate la vostra reputazione imboccando la via della tentazione.TT2 162.4

    Se una donna tiene a lungo la vostra mano, ritiratela con prontezza e liberate quella persona dal pericolo del peccato. Se poi essa manifesta un affetto eccessivo e si lamenta che suo marito non le vuol bene e non condivide i suoi sentimenti, non cercate di supplire a quella lacuna. L’unico modo sicuro e prudente consiste nel tenere per voi la vostra compassione. Casi del genere sono frequenti.TT2 163.1

    Additate a queste anime Colui che porta i fardelli: il fedele e sicuro Consolatore. Se una di queste persone ha scelto Cristo come compagno, Egli le darà la grazia di sopportare la trascuratezza senza lagnarsi. Nel frattempo essa dovrebbe fare diligentemente tutto quello che può per avvincere a sé suo marito, mediante la più scrupolosa fedeltà a lui e la necessaria applicazione per rendere il focolare sereno e attraente. Se tutti i suoi tentativi risultano inutili e non vengono apprezzati, ella avrà la comprensione e l’assistenza del suo benefico Salvatore. Egli l’aiuterà a sopportare tutti i suoi fardelli e la conforterà delle sue delusioni. Ella, però, dà prova di sfiducia nei confronti di Gesù quando si rivolge a elementi umani perché prendano il posto che Cristo è sempre pronto a occupare. Lamentandosi, essa pecca contro Dio. Farebbe bene, per conseguenza, a esaminare con occhio critico il proprio cuore per vedere se il peccato per caso non si cela nell’anima. Il cuore che va così in cerca di indebite attenzioni da parte di chicchessia non è puro e irreprensibile nel cospetto di Dio.TT2 163.2

    La Bibbia fornisce numerose ed efficaci illustrazioni del potente influsso di donne animate da cattive intenzioni. Quando Balaam fu invitato a maledire Israele, non gli fu consentito di farlo, perché il Signore “non scorge iniquità in Giuda e non vede perversità in Israele”. Numeri 23:21. Balaam, però, che già aveva ceduto alla tentazione, diventò un agente di Satana e decise di realizzare per via indiretta quello che Dio non gli aveva permesso di fare direttamente. Tese un’insidia mediante la quale gli israeliti si sarebbero lasciati ammaliare dalla bellezza delle donne moabite che li avrebbero spinti a trasgredire la legge divina. In tal modo si sarebbe riscontrata in essi l’iniquità e li avrebbe privati della benedizione di Dio. Le loro forze sarebbero venute meno e i loro nemici non avrebbero più temuto la loro potenza in quanto la presenza del Signore degli eserciti non sarebbe più stata con le loro schiere.TT2 163.3

    Questo fatto va inteso come un monito per il popolo di Dio degli ultimi giorni. Se esso si attiene alla dirittura e all’autentica santità, se rispetta tutti i comandamenti di Dio, a Satana e ai suoi agenti non sarà permesso di sopraffarlo. Tutta l’opposizione dei nemici più acerrimi risulterà impotente a distruggere o a estirpare dalle sue radici la vigna che Dio stesso ha piantato. Satana si rende conto di quello che Balaam imparò attraverso un’amara esperienza, e cioè che non esiste incantesimo contro Giacobbe, né divinazione contro Israele fintantoché non alligna in mezzo a loro l’iniquità. Pertanto, la potenza e l’influsso satanici si adopereranno per infrangere la loro unità e per contaminare la purezza del loro carattere. Le sue insidie vengono tese in mille modi per cercare di indebolire le loro possibilità di compiere il bene.TT2 163.4

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents