Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

I tesori delle testimionianze 2

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "".
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Capitolo 42: I misteri della Bibbia: prova della sua ispirazione

    “Puoi tu scandagliare le profondità di Dio? arrivare a conoscere appieno l’Onnipotente? Si tratta di cose più alte del cielo... e tu che faresti? Di cose più profonde del soggiorno dei morti... come le conosceresti?” Giobbe 11:7, 8. “I miei pensieri non sono i vostri pensieri, né le vostre vie sono le mie vie, dice l’Eterno. Come i cieli sono alti al di sopra della terra, così sono le mie vie più alte delle vostre vie, e i miei pensieri più alti dei vostri pensieri”. Isaia 55:8, 9. “Io sono Dio e non ve n’è alcun altro; son Dio e niuno è simile a me; che annuncio la fine fin dal principio, e molto tempo prima predico le cose non ancora avvenute”. Isaia 46:9, 10. E’ impossibile all’intelligenza limitata dell’uomo comprendere appieno il carattere e le opere dell’Infinito. All’intelletto più perspicace, alla mente più poderosa e più colta, l’Essere santo rimarrà sempre avvolto nel mistero.TT2 203.1

    L’apostolo Paolo esclama: “O profondità della ricchezza e della sapienza e della conoscenza di Dio! Quanto inscrutabili sono i suoi giudizi e incomprensibili le sue vie!” Romani 11:33. Ma anche se “nuvole e oscurità lo circondano; giustizia ed equità sono le basi del suo trono”. Salmi 97:2. Noi possiamo tanto capire il suo modo di procedere nei nostri confronti e i motivi dai quali è mosso, da saper scorgere un amore senza limiti e una misericordia unita con una potenza infinita. Possiamo comprendere il suo proposito quanto basta conoscere per il nostro bene; al di là di questo dobbiamo confidare nel potere dell’Onnipotente, nell’amore e nella saggezza del Padre e Sovrano di tutti.TT2 203.2

    La Parola di Dio, non diversamente dalla natura del suo Autore, presenta dei misteri che non potranno essere mai pienamente compresi da esseri limitati. Essa dirige la nostra mente al Creatore, che “abita una luce inaccessibile”. 1 Timoteo 6:16. Ci presenta i suoi proponimenti che abbracciano tutte le epoche della storia umana e raggiungeranno il loro pieno adempimento solo nei cicli senza fine dell’eternità. Richiama la nostra attenzione su temi d’immensa profondità e importanza che riguardano il governo di Dio e il destino dell’uomo.TT2 203.3

    L’entrata del peccato nel mondo, l’incarnazione di Cristo, la rigenerazione, la risurrezione e molti altri argomenti presentati nella Bibbia sono misteri troppo profondi perché la mente umana possa spiegarli o capirli in pieno. Tuttavia Dio, nelle Scritture, ci ha dato sufficiente evidenza della loro natura divina e perciò noi non dobbiamo dubitare della sua parola per il fatto che non possiamo capire tutti i misteri della sua provvidenza.TT2 203.4

    I brani della Sacra Scrittura che presentano questi temi sublimi non debbono essere trascurati come se fossero di nessuna utilità per l’uomo. Tutto quello che Dio ha ritenuto opportuno farci conoscere lo dobbiamo accettare in base all’autorità della sua Parola. Può esserci solo una pura e semplice affermazione dei fatti, senza nessuna spiegazione sul perché o sul come; ma se anche non sappiamo comprendere dobbiamo nondimeno accettarne la veracità perché è Dio che l’ha detto. Tutta la difficoltà risiede nella debolezza e nella limitazione della mente umana.TT2 203.5

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents