Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

I tesori delle testimionianze 2

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "".
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    La critica del sermone

    Le menti delicate e influenzabili dei giovani valutano l’operato del servitore di Dio dal modo in cui lo giudicano i genitori. Molti capi famiglia fanno del culto un oggetto di critica a casa, approvandone una parte e condannandone un’altra. Così facendo, il messaggio di Dio agli uomini viene criticato, messo in dubbio e trasformato in qualcosa di poco importante. Quali impressioni possono produrre nei giovani questi commenti poco appropriati e irrispettosi? Solo i libri del cielo potranno rivelarlo. I bambini vedono e capiscono queste cose molto più prontamente di quanto i genitori possano immaginare. Il loro senso morale riceve una cattiva impostazione che il tempo, poi, non potrà mai del tutto cambiare. I genitori deplorano la durezza d’animo dei figli e la difficoltà che incontrano nel cercare di destare la loro sensibilità morale perché questa corrisponda alle esigenze divine.TT2 135.2

    Negli annali celesti ne è indicata con caratteri indelebili la vera causa. I genitori non erano convertiti; essi non erano in armonia col cielo e con l’opera celeste. Le loro idee basse e profane circa il carattere sacro del ministero e del tempio di Dio si erano insinuate nell’educazione dei loro figli. Ci si può chiedere se una persona che per anni ha subito tale dannoso influsso dell’educazione impartita in famiglia, avrà mai il dovuto rispetto e il dovuto riguardo verso il servitore di Dio e verso gli agenti da lui stabiliti per la salvezza delle anime. Di queste cose si dovrebbe parlare con rispetto, con linguaggio appropriato e con fine sensibilità per mostrare a tutti coloro che frequentate che voi stimate il messaggio recato dai ministri di Dio, come un messaggio diretto a voi da Dio stesso.TT2 135.3

    Genitori, badate al tipo di esempio e alle idee che inculcate nei figli. Le loro menti sono recettive e le impressioni vi si producono con facilità. Circa il servizio nel tempio, se chi parla ha un difetto, guardatevi dal sottolinearlo; ma parlate piuttosto della buona opera che egli fa, delle buone idee che espone e alle quali farete bene a prestare attenzione perché provengono da un rappresentante di Dio. Si può comprendere, senza difficoltà, perché i fanciulli rimangono così poco impressionati dal ministero del Vangelo e perché hanno così scarso rispetto per la casa di Dio. La loro educazione è lacunosa a questo riguardo, e i loro genitori hanno bisogno di una quotidiana comunione con Dio. Bisogna che le loro idee personali siano affinate e nobilitate; occorre che le loro labbra siano toccate dal carbone ardente tolto dall’altare; allora le loro abitudini e il modo di comportarsi a casa produrranno una buona impressione sulla mente e sul carattere dei loro figli. L’ideale religioso risulterà, così, grandemente innalzato. Tali genitori compiranno una grande opera per Dio. Saranno meno attaccati al mondo, meno sensuali e si noterà nel focolare domestico più finezza e fedeltà. La vita sarà permeata di una tale solennità che essi a stento possono immaginare. Nulla di quanto appartiene al servizio e all’adorazione di Dio sarà reso profano.TT2 135.4

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents