Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

I tesori delle testimionianze 2

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "".
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Preparazione del cuore

    Dobbiamo sempre ricordare che in queste riunioni sono in azione due forze. Si svolge una battaglia invisibile agli occhi umani. Sono in campo l’esercito del Signore che cerca di trarre le anime a salvezza e Satana che con le sue schiere è molto attivo e tenta con ogni mezzo di ingannare e distruggere. Il Signore ordina: “Rivestitevi della completa armatura di Dio, onde possiate stare saldi contro le insidie del diavolo; poiché il combattimento nostro non è contro sangue e carne, ma contro i principati, le potestà, contro dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze spirituali della malvagità, che sono nei luoghi celesti”. Efesini 6:11, 12. Il combattimento prosegue giorno dopo giorno. Se i nostri occhi potessero aprirsi per scorgere gli agenti del bene e quelli del male all’opera, non sussisterebbero né frivolezze, né vanità, né facezie. Se tutti indossassero la completa armatura di Dio e combattessero virilmente la battaglia del Signore, si otterrebbero vittorie che farebbero tremare il regno delle tenebre.TT2 250.3

    Nessuno di noi dovrebbe andare al raduno facendo assegnamento sui predicatori e sugli operai biblici pensando che da essi derivi la benedizione. Dio non vuole che il suo popolo si appoggi sui predicatori; non vuole che i fedeli si infiacchiscano dipendendo dall’aiuto di esseri umani. Non si debbono aggrappare, come bambini derelitti, a qualcuno che serva loro di sostegno. Ogni membro di chiesa, in qualità di amministratore della grazia divina, deve sentire personalmente la responsabilità di avere radice e vita dentro di sé. Ciascuno dovrebbe sentire che, almeno in una certa misura, il buon esito del raduno dipende da lui. Non dite: “La responsabilità non è mia. Io non avrò nulla da fare in questa assemblea”. Se la pensate a questo modo, date a Satana l’occasione di agire per mezzo vostro. Egli vi riempirà la testa dei suoi pensieri e vi assegnerà un compito da svolgere per lui. Invece di raccogliere anime intorno a Cristo, voi le disperderete.TT2 250.4

    La buona riuscita del raduno dipende dalla presenza e dalla potenza dello Spirito Santo. Chiunque ami la causa della verità dovrebbe pregare per l’effusione dello Spirito. Per quanto sta in noi, dobbiamo rimuovere ogni ostacolo alla sua azione. Lo Spirito Santo non potrà essere mai riversato sui membri di chiesa finché questi alimenteranno vicendevolmente il disaccordo e il rancore. L’invidia, la gelosia, il sospetto, la maldicenza sono di origine satanica e sbarrano la via all’azione dello Spirito. Nulla su questo pianeta è tanto caro a Dio quanto la sua chiesa. Niente è da lui custodito con tanta gelosa cura. Nulla offende Dio quanto un atto che danneggi l’influsso di coloro che lavorano al suo servizio. Egli ne chiederà conto a tutti quelli che aiutano Satana nella sua opera intesa a criticare e scoraggiare.TT2 251.1

    Quanti mancano di simpatia, di tenerezza e di amore non possono svolgere l’opera di Cristo. Prima che si possa adempiere la profezia secondo cui i deboli saranno “come Davide” e la casa di Davide “come l’angelo dell’Eterno” (Zaccaria 12:8) i figli di Dio dovranno eliminare ogni pensiero di sospetto verso i propri fratelli. I cuori debbono battere all’unisono fra loro e dovranno manifestarsi molto più abbondantemente la benevolenza cristiana e l’amor fraterno. Nelle mie orecchie echeggiano le parole: “Unitevi! Unitevi!” La sacra e solenne verità presente deve unire il popolo di Dio. Deve perire la sete di preminenza. Un unico soggetto di emulazione deve assorbire tutti gli altri: chi rassomiglierà di più a Cristo quanto al carattere? Chi nasconderà più completamente il proprio io in Gesù?TT2 251.2

    “In questo è glorificato il Padre mio”, afferma Cristo, “che portiate molto frutto”. Giovanni 15:8. Se mai vi è stato un luogo dove i credenti dovrebbero portare molto frutto, questo è costituito dai nostri raduni. In queste assemblee i nostri atti, il nostro modo di parlare, il nostro spirito vengono osservati e il nostro influsso si estende lontano come l’eternità.TT2 251.3

    La trasformazione del carattere deve essere per il mondo la testimonianza della presenza in noi dell’amore di Cristo. Il Signore si aspetta che i suoi dimostrino che la potenza redentrice della grazia può agire sull’indole difettosa e renderla fruttuosa grazie a uno sviluppo armonioso.TT2 251.4

    Ma affinché noi possiamo attuare il proposito divino, deve essere portata a termine un’opera preparatoria. Il Signore ci invita a svuotare l’anima nostra dall’egoismo, che è la radice della disaffezione. Egli brama riversare su di noi, abbondantemente, il suo Spirito Santo e ci esorta a sgombrare la strada mediante la rinuncia a noi stessi. Quando il nostro io si arrende a Dio, gli occhi nostri si aprono per scorgere le pietre di inciampo che la nostra dissomiglianza da Cristo ha messo sul sentiero altrui. Dio ci comanda di rimuovere tutto ciò. “Confessate dunque i falli gli uni agli altri e pregate gli uni per gli altri onde siate guariti”. Giacomo 5:16. Allora potremo avere l’assicurazione che ebbe Davide quando, dopo aver confessato il suo peccato, pregò: “Rendimi la gioia della tua salvezza e fa’che uno spirito volenteroso mi sostenga. Io insegnerò le tue vie ai trasgressori e i peccatori si convertiranno a te”. Salmi 51:12, 13.TT2 251.5

    Quando la grazia di Dio regna nel cuore, l’anima è avvolta da un’atmosfera di fede, di coraggio e di amore cristiano; un’atmosfera tonificante per la vita spirituale di chiunque la respira. Allora potremo andare al raduno non unicamente per ricevere, ma anche per dare. Chiunque partecipa all’amore misericordioso di Cristo, chi è stato illuminato dallo Spirito di Dio e convertito alla verità, sentirà che per queste preziose benedizioni ha un debito verso ogni anima con la quale entra in contatto. Il Signore si servirà degli umili di cuore per raggiungere anime che i predicatori non potrebbero avvicinare. Questi umili sapranno dire parole che rivelano la grazia di Cristo che salva.TT2 252.1

    Nel beneficare gli altri saranno a loro volta beneficati. Dio dà l’opportunità di impartire la grazia per potere, a sua volta, colmare i suoi figli di una grazia maggiore. La speranza e la fede aumenteranno quando i rappresentanti di Cristo agiranno sfruttando le occasioni e i talenti che Egli avrà loro fornito. Con loro agisce un agente divino...TT2 252.2

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents