Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

I tesori delle testimionianze 2

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "".
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Associazione con i non credenti

    Certi nostri fratelli impegnati negli affari, non hanno osservato il Sabato secondo il comandamento. Altri si sono associati con dei non credenti e l’influsso di questi soci, che trasgrediscono il Sabato, ha avuto il suo effetto su di loro. Certuni sono stati talmente accecati da non riuscire a vedere il pericolo di tali unioni, pericolo tanto più grande in quanto inavvertito. Mentre uno dei soci osserva il Sabato, l’altro, con tutto il personale, porta avanti gli affari della ditta. L’osservatore del Sabato, per quanto non sia direttamente impegnato nel lavoro, non può allontanare dal suo pensiero le cose che riguardano gli affari. Pur credendo di rispettare il Sabato, in realtà non lo osserva. Il Signore, perciò, lo considera un trasgressore.TT2 122.4

    Anche nei rapporti di affari noi non possiamo, senza mettere in gioco i princìpi divini, unirci con chi non è fedele a Dio. L’uomo approva ciò che la coscienza dell’altro condanna. E questo non solo per quel che riguarda le cose di carattere religioso, ma anche per gli stessi affari. Uno agisce secondo motivi egoistici, incurante della legge divina e della salvezza dell’anima, e se l’altro ama sinceramente Dio e la verità, ci sarà o un sacrificio dei princìpi, oppure una costante e penosa divergenza di opinioni.TT2 122.5

    Occorre sostenere una lotta continua per resistere all’influsso del mondo e dell’esempio del socio irreligioso. Il credente dovrà far fronte a grandi difficoltà essendosi messo sul terreno del nemico. Unica via sicura è di prestare ascolto all’invito ispirato: “Non vi mettete con gli infedeli sotto un giogo che non è per voi; perché qual comunione vi è egli fra la giustizia e l’iniquità? O qual comunione fra la luce e le tenebre?... Uscite di mezzo a loro e separatevene, dice il Signore: non toccate nulla d’immondo e io vi accoglierò”. 2 Corinzi 6:14, 17.TT2 123.1

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents