Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

I tesori delle testimionianze 3

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "".
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Capitolo 1: Preparazione per la crisi finale

    La grande crisi è davanti a noi. Per affrontare le prove e le tentazioni e compiere il proprio dovere, occorre una fede perseverante. Ma è possibile uscirne vincitori trionfalmente, perché nessuna anima che veglia, che prega e che crede cadrà nei lacci del nemico.TT3 7.1

    Nel tempo di prova che si avvicina, il Signore darà garanzia di sicurezza a coloro che hanno serbato la Parola della sua pazienza. Cristo dirà ai suoi fedeli: “Va’ o popol mio, entra nelle tue camere, chiudi le tue porte dietro a te; nasconditi per un istante, finché sia passata l’indignazione”. Isaia 26:20. Il Leone di Giuda, così tremendo per chi rigetta la sua grazia, sarà l’Agnello di Dio per chi è fedele e ubbidiente. La colonna di nube che parla d’ira e di terrore ai trasgressori della legge di Dio, è luce, misericordia e liberazione per chi osserva i suoi comandamenti. Il braccio che percuote i ribelli, sarà forte per liberare chi è leale. Ogni fedele sarà sicuramente raccolto. “E manderà i suoi angeli con gran suono di tromba a radunare i suoi eletti dai quattro venti, dall’un capo all’altro de’ cieli”. Matteo 24:31.TT3 7.2

    Voi, fratelli, cui sono state dischiuse le verità di Dio, quale parte reciterete nelle scene conclusive della storia di questo mondo? Siete voi consapevoli di questa solenne realtà? Vi rendete conto della grande opera di preparazione che si sta svolgendo in cielo e sulla terra? Che tutti coloro che hanno ricevuto la luce, che hanno avuto il privilegio di leggere e di udire la profezia, ascoltino le cose che sono scritte in essa “perché il tempo è vicino”. Che nessuno, oggi, si comprometta col peccato, fonte di ogni miseria del nostro mondo, e resti in uno stato di torpore e di indifferenza. Che il destino della vostra anima non dipenda da un ’incertezza. Assicuratevi di essere totalmente dalla parte del Signore. Da cuori sinceri e labbra tremanti sorga la domanda: “Chi potrà resistere?”. In queste ultime e preziose ore del tempo di grazia, avete fatto di tutto per migliorare il vostro carattere? Avete purificato le vostre anime da ogni macchia? Avete seguito la luce? Vi siete comportati in armonia con la vostra professione di fede?TT3 7.3

    L’influsso dolce e mansueto della grazia di Dio agisce in voi? Avete cuori che sentono, occhi che vedono, orecchie che odono? E’ stata forse fatta invano dichiarazione della verità eterna circa le nazioni della terra? Esse sono sotto la condanna e subiranno i giudizi di Dio. In questo giorno, così denso di conseguenze di portata eterna, il popolo scelto come depositario delle sublimi verità deve dimorare in Cristo. Fate voi risplendere la vostra luce per illuminare le nazioni che periscono nei loro peccati? Vi rendete conto che dovete essere i difensori dei comandamenti di Dio in contrasto con chi invece li calpesta?TT3 7.4

    Si può essere un credente formalista e perdere la vita eterna perché si è stati trovati mancanti. Si possono mettere in pratica alcune dottrine bibliche, essere considerati dei cristiani e perire a causa di un carattere non trasformato dall’amore di Cristo. Se trascurate o trattate con indifferenza gli avvertimenti dati da Dio, se accarezzate o scusate il peccato, voi decidete il vostro destino eterno. Sarete pesati sulla bilancia e trovati mancanti. La grazia, la pace, il perdono vi saranno per sempre tolti, e Gesù non potrà più esaudire le vostre preghiere e le vostre supplicazioni. Mentre il tempo si prolunga e il Salvatore intercede, impegnamoci totalmente in vista dell’eternità.TT3 7.5

    Il ritorno di Cristo nel mondo non tarderà molto. Sia questa la nota-chiave di ogni messaggio.TT3 8.1

    La beata speranza della seconda apparizione di Cristo, con le sue solenni realtà, deve essere presentata spesso alla gente. In attesa della prossima venuta del Signore, saremo indotti a considerare le cose terrene come qualcosa di vuoto e di inutile.TT3 8.2

    La battaglia di Armaghedon sta per essere combattuta. Colui che reca scritto sulla veste: “Re dei re e Signore dei signori” si metterà presto alla testa degli eserciti celesti.TT3 8.3

    I servitori di Dio non possono ripetere oggi le parole dette dal profeta Daniele: “Il tempo assegnato era lungo”. Daniele 10:1 (KJV). Rimane solo poco tempo perché i testimoni di Dio compiano la loro opera per preparare la via del Signore.TT3 8.4

    Noi dobbiamo rinunciare ai nostri piani gretti ed egoistici e ricordare che abbiamo da compiere un’opera della massima ampiezza e importanza. Quest’opera consiste nell’annunciare il primo, il secondo e il terzo messaggio, e nel preparare così la venuta dell’angelo dal cielo che illuminerà la terra con la sua gloria.TT3 8.5

    Il giorno del Signore si avvicina furtivamente; ma gli uomini detti grandi e savi non riconoscono i segni della venuta di Cristo e della fine del mondo. L’iniquità abbonda e la carità di molti si va raffreddando.TT3 8.6

    Migliaia, anzi milioni di anime prendono oggi la loro decisione o per la vita eterna o per la morte eterna. L’uomo che è totalmente assorbito dai suoi affari, l’uomo che trova piacere al tavolo da gioco, l’uomo che si abbandona agli appetiti depravati e che cerca il godimento, l’uomo che frequenta il teatro e le sale da ballo, mettono in gioco il loro destino eterno. Tutte le preoccupazioni della loro vita sono: Che mangeremo? Che berremo? Come ci vestiremo? Essi non fanno parte del corteo che si dirige verso il cielo. Sono guidati dal grande apostata e saranno distrutti con lui.TT3 8.7

    Se non comprendiamo il valore dei momenti che rapidamente passano nell’eternità e non ci prepariamo per il gran giorno di Dio, siamo degli economi infedeli. La sentinella deve sapere a che punto è la notte. Poiché oggi tutte le cose rivestono un aspetto così solenne, tutti coloro che credono nella verità dovrebbero saperla riconoscere e agire tenendo conto della prossimità del giorno di Dio. I giudizi stanno per abbattersi sul mondo e noi ci dobbiamo preparare per quel gran giorno.TT3 8.8

    Il nostro tempo è prezioso; ci rimangono pochissimi giorni di grazia per prepararci in vista della futura vita immortale. Non abbiamo tempo da sprecare in attività inutili. Dovremmo guardarci dal leggere superficialmente la Parola di Dio.TT3 8.9

    È vero oggi, come lo fu quando Cristo era sulla terra, che ogni volta che l’Evangelo penetra in territorio nemico incontra una fiera opposizione da parte del grande esercito avversario. Il conflitto che sta per scoppiare è il più terribile che mai sia stato conosciuto. Però, sebbene Satana sia rappresentato come un valido guerriero, la sua sconfitta sarà totale e chiunque si unisce a lui nell’apostasia, se non rimane fedele, perirà con lui.TT3 9.1

    Lo Spirito mitigatore di Dio sta per ritirarsi dal mondo. Uragani, bufere, tempeste, incendi, inondazioni, disastri sul mare e sulla terra si susseguono senza interruzione. La scienza cerca di spiegarne le cause. I segni che si moltiplicano intorno a noi e che annunciano il prossimo ritorno del Figliuolo di Dio vengono attribuiti a cause diverse da quella vera. Gli uomini, infatti, non riescono a scorgere gli angeli che tuttora trattengono i quattro venti perché non soffino fino a che i servitori di Dio siano suggellati; ma quando Dio darà ordine ai suoi angeli di lasciare i venti, allora avverrà un conflitto che nessuna penna può descrivere.TT3 9.2

    A coloro che in questo tempo si dimostrano indifferenti, l’avvertimento di Cristo è: “Così, perché sei tiepido, e non sei né freddo né fervente, io ti vomiterò dalla mia bocca”. Apocalisse 3:16. Quest ’ultima immagine significa che Cristo non può offrire le vostre preghiere o le vostre espressioni di amore a Dio. Egli non accetterà più il vostro insegnamento della sua Parola né la vostra attività spirituale. Egli non può presentare i vostri esercizi religiosi chiedendo che vi sia accordata una grazia.TT3 9.3

    Se il velo potesse essere sollevato, voi conoscereste i propositi di Dio e i giudizi che stanno per abbattersi su un mondo condannato. Considerando il vostro atteggiamento, sareste pieni di timore e tremore per le vostre anime e per quelle dei vostri simili. Delle fervide preghiere, che scaturiscono da cuori pieni di angoscia, salirebbero al cielo. Voi piangereste fra il portico e l’altare, confessando la vostra cecità spirituale e la vostra apostasia.TT3 9.4

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents