Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

I tesori delle testimionianze 3

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "".
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Lo scopo delle nostre pubblicazioni

    Le nostre pubblicazioni debbono svolgere un ’opera di carattere particolarmente sacro, presentando in modo chiaro, semplice ed evidente le basi della nostra fede. La gente, ovunque, prende posizione; tutti si schierano o sotto il vessillo della verità e della giustizia o sotto la bandiera del potere apostata che lotta per avere il sopravvento. È proprio in un tempo come questo che il messaggio di Dio al mondo deve rivestire una tale preminenza e una tale forza da spingere la gente a considerare la verità. Gli uomini debbono riconoscere la superiorità della verità su quelle idee errate. Esse sono state diffuse con l’intenzione di non far conoscere la Parola di Dio per questo tempo così solenne.TT3 93.3

    Il grande scopo delle nostre pubblicazioni è di esaltare Dio e di richiamare l’attenzione degli uomini sulle verità della sua Parola. Dio ci invita a tenere ben alti non già i nostri princìpi, o i principi del mondo, ma il suo Ideale di verità.TT3 93.4

    Dio ci benedirà solo se seguiremo questo invito. Se considerassimo il comportamento di Dio verso il suo popolo in passato, ci accorgeremmo che per tenere alto il suo vessillo, l’Eterno ha sempre trionfato sui suoi nemici; non a caso il suo popolo veniva sconfitto quando si esaltava della propria forza e non aveva più fiducia in lui.TT3 93.5

    Consideriamo l’esperienza di Daniele. Quando fu chiamato davanti al re Nabucodonosor, Daniele non esitò a riconoscere qual era la fonte della sua sapienza. Questo suo fedele riconoscimento gli tolse forse l’influenza che aveva presso la corte reale? Niente affatto! Anzi fu proprio quello il segreto della sua potenza, che gli assicurò il favore del monarca babilonese. Nel nome di Dio, egli fece conoscere al sovrano i messaggi mandati dal cielo per dare istruzioni, avvertimenti, rimproveri e non fu respinto. Gli operai di Dio, oggi, devono considerare attentamente la ferma e intrepida testimonianza di Daniele e seguire il suo esempio!TT3 93.6

    L’uomo dà prova di grande stupidità quando cerca di assicurarsi l’approvazione e il riconoscimento del mondo, sacrificando in qualche modo la fedeltà e l’onore che sono dovuti a Dio. Quando noi ci mettiamo in una posizione in cui Egli non può collaborare con noi, favoriamo il nostro indebolimento. Tutto quello che può essere fatto per restaurare nell’uomo l’immagine di Dio si realizza perché Egli lo promette. Dio dà efficienza al’operaio. Solo la sua potenza può ritemprare il corpo, rinvigorire la mente e rinnovare l’anima. Nella nostra opera delle pubblicazioni, come in ogni altro tipo di sforzo o di impegno cristiano, si potrà riscontrare l’esattezza delle parole di Cristo: “Senza di me voi non potete fare nulla”. Giovanni 15:15.TT3 94.1

    Dio ha dato agli uomini dei princìpi eterni. Questi princìpi regoleranno, nel suo Regno futuro, la vita degli uomini. Per questa ragione Egli ci invita a presentare al mondo, con la parola e con l’esempio, una dimostrazione di questi princìpi. Coloro che lo onorano con una fedele adesione alla sua parola saranno premiati. Questi princìpi hanno una grande importanza se dureranno per tutta l’eternità.TT3 94.2

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents