Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

I tesori delle testimionianze 3

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "".
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Coltivare l’amore di Cristo

    Noi ci aspettiamo di incontrare i nostri fratelli in cielo? Se possiamo vivere con loro in pace e in armonia quaggiù, lo potremo anche lassù. Ma come potremo vivere con loro in cielo se non riusciamo a vivere con loro quaggiù senza continui contrasti e dissensi? Quelli che praticano un modo di agire che li separa dai fratelli e provoca la discordia e il dissenso hanno bisogno di una totale conversione. I nostri cuori debbono essere inteneriti e soggiogati dal’amore di Cristo. Noi dobbiamo coltivare l’amore da lui mostrato morendo per noi sulla croce del Calvario. Dobbiamo avvicinarci maggiormente al Salvatore; dobbiamo pregare molto e imparare a esercitare la fede. Dobbiamo avere un cuore più sensibile e dimostrarci pietosi e gentili. Ricordiamo che questo mondo lo percorriamo solo una volta. Non vogliamo, quindi, adoperarci per lasciare in coloro con i quali siamo uniti l’impronta del carattere di Cristo?TT3 250.5

    I nostri cuori duri debbono essere spezzati. Noi dobbiamo vivere nella perfetta unità e renderci conto che siamo stati riscattati dal sangue di Gesù Cristo di Nazareth. Che ognuno dica: Egli ha dato la sua vita per me e vuole che io, mentre sono nel mondo, riveli l’amore che Egli ha manifestato dandosi per me. Cristo portò i nostri peccati nel suo corpo sulla croce affinché Dio potesse giustificare coloro che credono in lui. C’è vita, vita eterna per tutti coloro che si arrendono a Cristo.TT3 250.6

    Io voglio vedere il Re nella sua bellezza; voglio contemplare il suo incomparabile fascino; voglio però che anche voi lo contempliate. Cristo guiderà i suoi eletti lungo il fiume della vita e spiegherà loro le cose che in questo mondo li hanno resi perplessi. Egli rivelerà loro i misteri della grazia. Resteranno meravigliati del’armonia che contraddistingue l’azione divina. I loro occhi si apriranno e la visione di questa armonia si sostituirà alla confusione e alla delusione che accompagnava i loro progetti.TT3 250.7

    Serviamo Dio con tutte le nostre capacità, impiegando tutta la nostra intelligenza. Bisogna fare un buon uso di questi doni. L’intelligenza è un fattore di crescita spirituale. In questo modo, saliremo, l’uno dopo l’altro, i gradini della scala che porta al cielo, finché non passeremo dal suo ultimo scalino al regno di Dio. Se noi vivremo come cristiani in questo mondo, ci sarà accordata la vita eterna nel regno della gloria.TT3 251.1

    L’unità che esiste fra i seguaci di Cristo dimostrerà che il Padre non ha mandato invano il suo Figliolo a salvare i peccatori. Essa è una testimonianza della sua grande potenza perché nulla, se non il potere miracoloso di Dio, può condurre gli uomini al’unità, pur tenendo conto dei loro temperamenti così diversi, e spingerli ad avere un obiettivo comune: parlare della verità con amore.TT3 251.2

    Gli avvertimenti e i consigli di Dio sono chiari e decisi. Leggendo le Scritture e vedendo la potenza per il bene che si trova nel’unità — mentre quella del male risiede nella disunione — come possiamo fare a meno di accettare la Parola di Dio nei nostri cuori? Il sospetto e la sfiducia sono un lievito malefico, mentre l’unità rende testimonianza alla potenza della Verità.TT3 251.3

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents