Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

I tesori delle testimionianze 3

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "".
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Capitolo 13: Le responsabilità della vita coniugale

    Miei cari fratello e sorella, voi avete contratto un legame che vi unisce per tutta la vita. La vostra educazione alla vita matrimoniale ha avuto inizio adesso. I1 primo anno di vita coniugale è un anno di esperienza, nel quale marito e moglie imparano a conoscersi, nello stesso modo in cui un bambino impara l’alfabeto. Per questo motivo è bene che il matrimonio non cominci senza questa fase preliminare.TT3 57.1

    Uno dei vostri principali scopi dovrebbe essere l’acquisizione di un ’adeguata comprensione della vita coniugale. Chi si sposa entra in una scuola in cui non avrà mai finito di imparare.TT3 57.2

    Fratello mio, il tempo, la forza, la felicità di tua moglie sono vincolati ai tuoi. La tua influenza su di lei può avere effetti differenti. Di conseguenza fai attenzione a non limitare la sua sfera d’azione.TT3 57.3

    Sorella mia, tu ora cominci a imparare le prime lezioni pratiche sulla responsabilità della vita coniugale. Cerca di imparare giorno per giorno. Non lasciarti andare al malcontento e alla malinconia. Non desiderare un ’esistenza comoda e priva di responsabilità; guardati costantemente dal cedere al’egoismo.TT3 57.4

    Nella vostra unione per la vita, i vostri affetti devono avere la vostra reciproca felicità come mèta. Ciascuno di voi deve adoperarsi alla felicità del’altro. E’ questa la volontà di Dio per quel che vi riguarda. Però, anche se dovete essere uniti in modo completo, nessuno di voi deve permettere che la propria personalità venga assorbita da quella del proprio partner. La vostra personalità appartiene a Dio. A lui chiedete: Che cosa è giusto? Che cosa è sbagliato? Come posso capire lo scopo per il quale sono stato creato?” (Voi) non appartenete a voi stessi. Poiché foste comperati con prezzo; glorificate dunque Dio nel vostro corpo”. 1 Corinzi 6:19, 20. Il vostro amore per ciò che è umano deve essere posposto al vostro amore per Dio. La ricchezza dei vostri affetti deve andare a colui che ha dato la sua vita per voi. Vivendo per Dio, noi sviluppiamo la parte migliore di noi stessi. L’amore che nutrite l’uno per l’altro è anche rivolto a colui che morì per voi? Se è così, potete star certi che il vostro amore diventerà perfetto in ogni sua manifestazione.TT3 57.5

    L’affetto può essere limpido come il cristallo, essere bello per la sua purezza, eppure rivelarsi poco profondo perché non è stato messo alla prova e collaudato. Fate in modo che in ogni cosa Cristo sia sempre il primo, l’ultimo e il migliore. Guardate continuamente a lui e il vostro amore reciproco andrà crescendo e approfondendosi quotidianamente perché sottoposto al vaglio della prova. Man mano che questo vostro amore per Cristo aumenta, il legame coniugale cresce e diventa più profondo. “Noi tutti, contemplando a viso scoperto, come in uno specchio, la gloria del Signore, siamo trasformati nella stessa immagine di Lui, di gloria in gloria”. 2 Corinzi 3:18.TT3 57.6

    Ora voi dovete assolvere doveri che non avevate prima di sposarvi. “Vestitevi dunque... di benignità, di umiltà, di dolcezza, di longanimità”. “Camminate nel’amore come anche Cristo vi ha amati”. Colossesi 3:12; Efesini 5:2. Prestate attenzione alla seguente istruzione: “Mogli, siate soggette ai vostri mariti, come al Signore; poiché il marito è capo della moglie, come anche Cristo è capo della chiesa... Come la chiesa è soggetta a Cristo, così debbono le mogli essere soggette ai loro mariti in ogni cosa. Mariti, amate le vostre mogli, come anche Cristo ha amato la chiesa e ha dato se stesso per lei”. Efesini 5:22-25.TT3 57.7

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents