Larger font
Smaller font
Copy
Print
Contents

Supplemento Al Commentario Biblico Di (Ellen G. White) Volumi Da 1a7 Nuovo Testamento

 - Contents
  • Results
  • Related
  • Featured
No results found for: "".
    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents

    Capitolo 14:1-3

    Gli uomini, primizie di Dio e dell’Agnello7ACB 489.4

    Vedi commento di EGW al cap. Apocalisse 7:2,37ACB 489.5

    1-4 — (Cap. 7:2-4; Ezechiele 9:4)7ACB 489.6

    Vedi commento di EGW al cap. Efesini 4:307ACB 489.7

    Poi vidi l’Agnello che stava in piedi sul monte di Sion, e con lui erano cento quarantaquattromila persone che avevano il suo nome e il nome di suo Padre scritto sulle loro fronti. Udii quindi una voce dal cielo come il fragore di molte acque e come il rumore di un forte tuono; e la voce che udii era come di citaredi che suonavano le loro cetre. Essi cantavano un cantico nuovo davanti al trono, davanti ai quattro esseri viventi e davanti agli anziani; e nessuno poteva imparare il cantico se non i cento quarantaquattromila i quali, sono stati riscattati dalla terra. Essi sono quelli che non si sono contaminati con donne; sono, infatti, vergini. Essi sono quelli che seguono l’Agnello, dovunque egli vada; essi sono stati riscattati fra gli uomini, per essere primizie a Dio e all’Agnello. (Apocalisse 14:1-4)7ACB 489.8

    Questo brano evidenzia il carattere del popolo di Dio negli ultimi giorni. (MS 139, 1903)7ACB 489.9

    Il sigillo del cielo — (v. 9-12)7ACB 489.10

    Vedi commento di EGW al cap. 16:13-167ACB 489.11

    Durante la visione, Giovanni vide un Agnello sul monte Sinai insieme ai 144 mila sulle cui fronti erano stati impressi i sigilli di Dio. Essi riflettevano l’immagine di Dio; erano pieni della luce e della gloria del Santo. Se vogliamo ricevere l’impronta di Dio su di noi, dobbiamo separarci da ogni iniquità; dobbiamo abbandonare ogni sentiero malvagio e metterci nelle mani di Cristo. E mentre stiamo lavorando per ottenere la salvezza con timore, Dio opera in noi il Suo volere ed il Suo favore. (RH, March 19, 1889)7ACB 490.1

    Cristo forma il carattere — (Apocalisse 14:1-3)7ACB 490.2

    Perché proprio queste persone sono state scelte? Perché hanno testimoniato la meravigliosa Verità davanti al mondo, perché sono stati scherniti, ma nonostante questo non hanno dimenticato di essere figli e figlie di Dio e Cristo ha impresso in loro la speranza della gloria. (MS 13, 1888)7ACB 490.3

    Supremi interessi eterni7ACB 490.4

    Coloro che hanno in fronte il sigillo di Dio, vedranno il mondo e le sue attrazioni contrari agli interessi eterni. (RH, July 13, 1897)7ACB 490.5

    L’identità dei 144 mila non è svelata — (2 Timoteo 2:14-16)7ACB 490.6

    Vedi commento di EGW al cap. Apocalisse 7:4-177ACB 490.7

    Cristo afferma che nella chiesa ci saranno coloro che presenteranno favole e supposizioni contro la nobile Verità, la quale dovrebbe essere sempre tenuta nella mente come un tesoro. Quando gli uomini raccolgono false teorie, quando bramano sapere qualcosa che non è necessario conoscere, non sono guidati da Dio. Non è nel Suo piano che il popolo debba presentare qualcosa che non viene insegnato nella Parola. Non è la volontà di Dio che essi entrino in polemica su questioni che non sono di alcun aiuto spirituale, come ad esempio, chi farà parte dei 144 mila; perché gli eletti ben presto conosceranno la risposta a tali domande, senza alcun bisogno di indagare.7ACB 490.8

    Miei cari fratelli e sorelle, imparate ad apprezzare lo studio della Parola che Dio ha dato sia a voi sia ai vostri figli. Non perdete il vostro tempo alla ricerca di cose che non vi danno alcun aiuto spirituale. Che cosa dobbiamo fare per ereditare la vita eterna? Questa è una domanda fondamentale alla quale Cristo risponde: he cosa sta scritto nella legge? Come la dovete leggere? (MS 26, 1901)7ACB 490.9

    4 — Il popolo di Dio deve seguire l’Agnello ora — (1 Pietro 2:21; 1 Giovanni 2:6)7ACB 491.1

    Il popolo di Dio deve seguire l’Agnello dovunque egli vada. Migliaia di persone che non hanno piegato il ginocchio davanti a Baal, saranno insieme a Cristo sul monte Sion. Tuttavia, fintanto che essi sono ancora su questa terra, devono indossare l’armatura di Dio, devono impegnarsi per la salvezza di quelli che stanno per perire. Gli angeli del cielo desiderano collaborare con coloro la cui vita spirituale si basa sulla Verità presente. Per seguire Cristo, non abbiamo bisogno di aspettare che i nostri corpi siano trasformati. Il Suo popolo può seguirlo già ora su questa terra. Prima di seguire l’Agnello nelle coorti del cielo, dobbiamo seguirlo già ora. Per seguirlo un giorno in cielo, dobbiamo innanzitutto osservare i Suoi comandamenti adesso. Seguire Cristo deve essere una missione a nostro vantaggio e non per puro capriccio. Riassumendo: dobbiamo scegliere di seguirlo ogni giorno della nostra vita quotidiana, come un gregge segue con fiducia il suo pastore. Dobbiamo seguirlo per amor Suo, e ad ogni passo ripetere: Mi uccida pure, ma io continuerò a sperare e mi difenderò davanti a Lui. (Giobbe 13:15) La vita pratica di Gesù deve diventare la nostra. Dobbiamo cercare di essere come Lui e nel testimoniare Cristo, dobbiamo conformare la nostra volontà alla Sua. (RH, April 12, 1898)7ACB 491.2

    5 — Vedi commento di EGW al cap. 2 Tessalonicesi 2:7-127ACB 491.3

    6 -12 — La comprensione avverrà presto7ACB 491.4

    Vedi commento di EGW al cap. 10:1-11; 1 Giovanni 2:187ACB 491.5

    Il 14° capitolo dell’Apocalisse è un testo di profondo interesse. Ben presto la Scrittura sarà compresa da tutti e il messaggio rivelatore dato da Giovanni sarà reputato uno dei più importanti. (RH, Oct. 13, 1904)7ACB 491.6

    Individuare i tre angeli7ACB 491.7

    Cristo sta per ritornare per salvare i Suoi discepoli. Affinché gli esseri umani si preparino a questo grandioso evento, Egli, servendosi dei Suoi tre angeli, ha mandato dei messaggi. Gli angeli rappresentano coloro che hanno accettato ed annunciato la Verità al mondo. (Letter 79, 1900)7ACB 491.8

    Un’alleanza fedele — (Cap. 18:1-5)7ACB 491.9

    Le chiese diventeranno così com’è descritto nel 18° capitolo dell’Apocalisse. Abbiamo noi divulgato abbastanza i messaggi del 14° capitolo dell’Apocalisse? I principi delle chiese saranno danneggiati. Leggiamo:7ACB 492.1

    Poi vidi un altro angelo che volava in mezzo al cielo, recante il vangelo eterno per annunziarlo a quelli che abitano sulla terra, ad ogni nazione, tribù, lingua e popolo. Egli diceva con voce forte: Temete Dio e dategli gloria, perché è giunta l’ora del suo giudizio. Adorate Colui che ha fatto il cielo, la terra, il mare e le fonti delle acque». Poi un secondo angelo seguì dicendo: Caduta, caduta è Babilonia la grande, che ha fatto bere a tutte le nazioni il vino dell’ira della sua prostituzione”.Seguì un terzo angelo, dicendo a gran voce: Chiunque adora la bestia e la sua immagine, e ne prende il marchio sulla fronte o sulla mano, egli pure berrà il vino dell’ira di Dio versato puro nel calice della sua ira; e sarà tormentato con fuoco e zolfo davanti ai santi angeli e davanti all’Agnello». (Apocalisse 14:6-10)7ACB 492.2

    A quanto pare tutto il mondo è colpevole, per cui tutti riceveranno il marchio della bestia; ma, il profeta intravvede un’Alleanza che non adora la bestia e quindi non ha ricevuto il suo marchio sulla fronte o sulla mano. Qui è la costanza dei santi che osservano i comandamenti di Dio e la fede in Gesù. (Apocalisse 14:12) (MS 92, 1904)7ACB 492.3

    Grande numero di persone accetteranno la Verità7ACB 492.4

    Il tempo del giudizio distruttivo di Dio è il tempo della misericordia per coloro che non hanno avuto la possibilità di imparare ciò che è Verità. Il Signore tratterà queste persone con tenerezza e misericordia, mentre per tutti gli altri la porta del cielo sarà chiusa. In questi ultimi tempi, le folle si accosteranno per udire la Verità per la prima volta. (RH, July 5, 1906)7ACB 492.5

    7 — Dare gloria a Dio7ACB 492.6

    Se vogliamo dare gloria a Dio, dobbiamo testimoniare il Suo carattere al nostro prossimo. Facendo conoscere il nostro Padre e il Figlio a tutti i popoli, esaltiamo davanti a loro il Suo nome. (MS 16, 1890)7ACB 492.7

    8 — Tutte le nazioni bevono il vino di Babilonia (Daniele 7:25; 2 Tessalonicesi 2:3,4)7ACB 492.8

    Vedi commento di EGW al cap. Apocalisse 18:1-5)7ACB 492.9

    Il Signore denuncia Babilonia perché ha fatto bere a tutte le nazioni del vino dell’ira della sua fornicazione. Ciò significa che lei ha ignorato l’unico comandamento che rivela il vero Dio, Colui che ha fondato il Sabato, memoriale della creazione divina. Vuol dire: Dio ha creato il mondo in sei giorni e si è riposato il settimo. Questo giorno Egli ha distinto da tutti gli altri come un giorno santo, perché fosse osservato da tutte le generazioni. Purtroppo però, l’uomo del peccato esalta sé stesso al di sopra dell’Iddio vivente, e usurpando il Suo trono, pensa di cambiare i tempi e le leggi. Egli non solo vuole dimostrare che è uguale a Dio, ma che è sopra Dio. Egli pretende che al posto del settimo giorno del riposo divino, i popoli santifichino il primo giorno della settimana. Infatti il mondo protestante ha accettato il falso sabato del papato e lo considera sacro. La Parola di Dio chiama questo fatto FORNICAZIONE!7ACB 492.10

    Il Signore è in controversia con le chiese di oggi. Esse stanno adempiendo la profezia di Giovanni: Tutte le nazioni bevono del vino dell’ira della sua fornicazione. Esse, rifiutando di ricevere il sigillo di Dio, si sono separate da Lui. Oggi le chiese non osservano i Suoi veri comandamenti, calpestano addirittura il santo giorno di riposo del Signore, perché hanno accettato di bere il vino della fornicazione. (Letter 98, 1900)7ACB 493.1

    9-12 - Il vero problema del conflitto finale — (Cap. 13:11-17)7ACB 493.2

    Vedi commento di EGW al cap. 12: 17; 18:1; Isaia 58:12-147ACB 493.3

    Seguì un terzo angelo, dicendo a gran voce: Chiunque adora la bestia e la sua immagine, e ne prende il marchio sulla fronte o sulla mano egli pure berrà il vino dell’ira di Dio versato puro nel calice della sua ira; e sarà tormentato con fuoco e zolfo davanti ai santi angeli e davanti all’Agnello. (Apocalisse 14:9,10)7ACB 493.4

    Io mi chiedo, perché gli uomini non vogliono comprendere ciò che costituisce il marchio della bestia e la sua immagine; eppure è nel loro interesse saperlo, al fine di sfuggire alle sue minacce.7ACB 493.5

    Il SIGNORE parlò ancora a Mosè e disse: Quanto a te, parla ai figli d’Israele e di’ loro - Badate bene di osservare i miei sabati, perché il sabato è un segno tra me e voi per tutte le vostre generazioni, affinché conosciate che io sono il SIGNORE che vi santifica. Osserverete dunque il sabato perché è un giorno santo per voi. Chiunque lo profanerà sarà messo a morte. Chiunque farà in esso qualche lavoro sarà eliminato dal suo popolo.7ACB 493.6

    Si lavorerà sei giorni; ma il settimo giorno è un sabato di solenne riposo, sacro al SIGNORE; chiunque farà qualche lavoro nel giorno del sabato dovrà essere messo a morte. I figli d’Israele quindi dovranno osservare il sabato, lo celebreranno di generazione in generazione, come un patto perenne. Esso è un segno perenne tra me e i figli d’Israele; poiché in sei giorni il SIGNORE fece i cieli e la terra, e il settimo giorno cessò di lavorare e si riposò. (Esodo 3l :12-17)7ACB 494.1

    La questione del sabato sarà il problema nel grande conflitto in cui tutto il mondo sarà coinvolto.7ACB 494.2

    …e adorarono il dragone perché aveva dato il potere alla bestia; e adorarono la bestia dicendo: Chi è simile alla bestia? e chi può combattere contro di lei? E le fu data una bocca che proferiva parole arroganti e bestemmie. E le fu dato potere di agire per quarantadue mesi. Essa aprì la bocca per bestemmiare contro Dio, per bestemmiare il suo nome, il suo tabernacolo e quelli che abitano nel cielo. Le fu pure dato di far guerra ai santi e di vincerli, di avere autorità sopra ogni tribù, popolo, lingua e nazione. L’adoreranno tutti gli abitanti della terra i cui nomi non sono scritti fin dalla creazione del mondo nel libro della vita dell’Agnello che è stato immolato. Se uno deve andare in prigionia, andrà in prigionia; se uno dev’essere ucciso con la spada, bisogna che sia ucciso con la spada. Qui sta la costanza e la fede dei santi. (Apocalisse 13:4-8,10)7ACB 494.3

    L’intero capitolo è una rivelazione di ciò che sicuramente accadrà.7ACB 494.4

    Poi vidi un’altra bestia, che saliva dalla terra, e aveva due corna simili a quelle di un agnello, ma parlava come un dragone. Le fu concesso di dare uno spirito all’immagine della bestia affinché l’immagine potesse parlare e far uccidere tutti quelli che non adorassero l’immagine della bestia. Inoltre obbligò tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, a farsi mettere un marchio sulla mano destra o sulla fronte. Nessuno poteva comprare o vendere se non portava il marchio, cioè il nome della bestia o il numero che corrisponde al suo nome. (Apocalisse 13:11; 15-17) (MS 88, 1897)7ACB 494.5

    Qual è il Marchio della Bestia?7ACB 494.6

    Giovanni è stato chiamato a contemplare il popolo che si è distinto da quelli che adorano la bestia e la sua immagine osservando il primo giorno della settimana. Ed è proprio l’osservanza di questo giorno il marchio della bestia. (Letter 31, 1898)7ACB 494.7

    Avvertimento contro il marchio della bestia — (Cap. 13:16,17)7ACB 495.1

    Il messaggio del terzo angelo è stato dato a tutto il mondo, mettendo in guardia gli uomini contro il marchio della bestia e della sua immagine. Ricevere quel marchio, significa opporsi alla Parola di Dio, esattamente come ha fatto la bestia. Di tutti quelli che riceveranno il marchio, il Signore dice: …egli pure berrà il vino dell’ira di Dio versato puro nel calice della sua ira; e sarà tormentato con fuoco e zolfo davanti ai santi angeli e davanti all’Agnello. (Apocalisse 14:10)7ACB 495.2

    Se voi tutti avete ricevuto la luce della Verità, compreso il sabato del 4° comandamento, che dimostra che non vi è alcun fondamento nella Parola di Dio riguardo all’osservanza della domenica, eppure vi aggrappate al falso sabato, rifiutandovi di santificare il Sabato del Signore, allora, senza alcun dubbio riceverete il marchio della bestia. Quando avverrà questo? Quando il decreto sul riposo domenicale sarà in vigore. A chiunque riceverà il marchio sulla fronte o sulla mano, la sentenza sarà pronunciata contro di loro. Invece il sigillo dell’Iddio vivente sarà dato a quelli che avranno osservato coscienziosamente il sabato del Signore. (RH, July 13, 1897)7ACB 495.3

    Questione di vita e di morte7ACB 495.4

    Questo messaggio concerne altri due messaggi precedenti annunciati a gran voce e con la potenza dello Spirito Santo. Ora tutto è in gioco. Il messaggio del terzo angelo deve essere considerato con grande importanza. È una questione di vita e di morte. Il messaggio in questione sarà proporzionato alla serietà e solennità con cui è proclamato (MS 16, 1900).7ACB 495.5

    Un segno invisibile — (v. 1-4)7ACB 495.6

    In questo contesto, ci sono due gruppi; un gruppo che “adora la bestia e la sua immagine e riceve il suo marchio; e l’altro gruppo che “riceve il sigillo dell’Iddio vivente”, che ha il nome del Padre scritto sulla fronte, ma questo segno è ancora invisibile. (ST, Nov. 1, 1899)7ACB 495.7

    Guardatevi contro il mistero dell’iniquità — (Cap. 18:1-8; 2 Tessalonicesi 2:7-12)7ACB 495.8

    Più ci avviciniamo alla fine della storia della terra, più il messaggio del terzo angelo diventa importante. In una delle visioni, Dio mi diede l’avvertimento riguardo ai pericoli che minacciano coloro che proclamano il messaggio del terzo angelo. È necessario ricordare che questo messaggio è della massima importanza per il mondo intero. Tutti hanno bisogno di studiare le Scritture con diligenza, affinché possano imparare a discernere il mistero dell’iniquità che sta dilagando sul nostro mondo. Il potere mondano continuerà a crescere sempre di più. A Giovanni Dio presentò i personaggi malvagi che hanno il grande potere di sedurre e perseguitare i fedeli del Signore. Il 18° capitolo dell’Apocalisse parla della mistica babilonia, caduta dal suo piedistallo per diventare una potenza persecutrice. Coloro che osservano i comandamenti di Dio ed hanno fede in Gesù, sono soggetti in prima linea alla collera di questo potere. (Apocalisse 18:1-8) (MS 135, 1902)7ACB 495.9

    Il tempo della prova rende questo soggetto più chiaro.7ACB 496.1

    Il lavoro dello Spirito Santo è di convincere il mondo di peccato, di giustizia e di giudizio. Il mondo può essere avvertito solo attraverso coloro che credono alla Verità, che agiscono secondo i principi divini e che osservano i comandamenti di Dio, contrariamente a quelli che li calpestano. La santificazione dello Spirito distingue tutti quelli che hanno il sigillo di Dio da coloro che osservano il falso sabato. Quando arriveranno le prove, allora si potrà riconoscere tutti quelli che portano il marchio della bestia. Chiunque abbia conosciuto la Verità ma, ha continuato a santificare il falso giorno di riposo, riceverà il marchio dell’uomo del peccato, colui che ha preteso di cambiare i tempi e le leggi. (Letter 12, 1900)7ACB 496.2

    L’ultimo atto del dramma7ACB 496.3

    La sostituzione del vero con il falso è l’ultimo atto del dramma. Quando questa sostituzione diventerà universale, allora Dio si rivelerà. Quando le leggi degli uomini supereranno quelle di Dio, quando i poteri di questa terra obbligheranno gli uomini ad osservare il primo giorno della settimana, allora sapremo che è giunto per Dio il momento di agire. Egli sorgerà dalla Sua dimora per punire gli abitanti del mondo a causa della loro iniquità. (RH, April 23, l90l)7ACB 496.4

    Il segno di distinzione7ACB 496.5

    (Vs. 1- 4; cap. 7:2, 3; 13:13,16; Esodo 31:13-17; 2 Tessalonicesi 2:3,4)7ACB 496.6

    Ci stiamo avvicinando sempre più alla fine della storia di questa terra. Satana sta facendo disperati sforzi per prendere il posto di Dio, per parlare ed agire come Dio, per apparire come colui che ha il diritto di controllare le coscienze degli uomini. Egli fa di tutto per sostituire il santo giorno del sabato con il primo giorno della settimana. Sotto la giurisdizione dell’uomo del peccato, gli uomini esaltano le false leggi che sono totalmente opposte alle leggi promulgate da Dio. Ogni sabato, sia quello vero sia quello falso, porta il nome del suo autore, un marchio indelebile che mostra l’autorità di ciascuno di loro. Il primo giorno della settimana non è santificato, è l’invenzione dell’uomo del peccato, che si sforza in tal modo di contraddire i piani dell’Eterno. Il Signore ha istituito il settimo giorno: il Suo Santo Sabato. (Esodo 31:13,17,16)7ACB 496.7

    Questa distinzione concerne anche il fedele e l’infedele. Coloro che desiderano avere il sigillo di Dio sulla fronte, devono osservare il sabato del 4° comandamento. In questo modo essi si distinguono dagli infedeli che santificano il primo giorno della settimana anziché il Sabato. L’osservanza del giorno di riposo di Dio è un segno di distinzione fra colui che serve Dio e colui che non lo serve. (RH, April 23, 1901)7ACB 497.1

    10 — Vedi commento di EGW al cap. Genesi 6:17; Matteo 27: 21,22, 297ACB 497.2

    12 — Il popolo prescelto di Dio7ACB 497.3

    Chi sono coloro? È il popolo del rimanente, prescelto da Dio; ossia i testimoni della loro fedeltà; coloro che osservano i comandamenti di Dio, coloro che riconoscono che Cristo è il loro Salvatore. (MS, 132, 1903)7ACB 497.4

    Qual è il segno di Dio? — (Esodo 31:13-17)7ACB 497.5

    È il segno di ubbidienza e l’osservanza del sabato del 4° comandamento. Se gli uomini ubbidiranno a questo comandamento, tutto il resto sarà loro concesso. (Letter 31, 1898)7ACB 497.6

    Il marchio del Santo Sabato — (Cap. 7:2,3; Ezechiele 9:4)7ACB 497.7

    Tra Dio e il Suo popolo doveva esserci un segno e il segno è il Santo Sabato. (HS 217).7ACB 497.8

    Fedele a chi?7ACB 497.9

    Il Signore spiega che cosa può significare rifiutare la Parola dell’Iddio vivente ed accettare le affermazioni di chi tenta di cambiare i tempi e le leggi. (Esodo 31:12-17)7ACB 497.10

    Coloro che, di fronte a questi insegnamenti specifici, si rifiutano di pentirsi delle loro trasgressioni, dovranno sopportare le conseguenze della disubbidienza. A livello personale, abbiamo veramente bisogno di indagare riguardo al giorno di riposo, oppure lo accettiamo per fede, secondo le istruzioni della Scrittura? Chiunque accetta il patto di Dio, che è eterno, presentato come un segno del governo di Dio, si aggrappa alla catena d’oro di ubbidienza, in cui ogni anello è una promessa. Tale persona considera la Parola di Dio al di sopra della parola dell’uomo e l’Amore di Dio al disopra dell’amore umano. Coloro che si pentono e tornano alla fedeltà, accettando il sigillo di Dio, si dimostrano pronti a fare la Sua volontà ed ubbidire ai Suoi comandamenti. La vera osservanza del sabato è il segno della fedeltà a Dio. (MS 63, l899)7ACB 498.1

    La fedeltà cresce nei pericoli7ACB 498.2

    In Apocalisse 14, Giovanni vede un’altra scena. Egli vede un popolo la cui fedeltà e lealtà alle leggi del regno di Dio, cresce con l’emergenza. Il disprezzo con cui la legge è trattata, fa sì che essi amino ancor di più i precetti dell’Iddio vivente. (MS 163, 1897)7ACB 498.3

    È ora di combattere — (Salmo 119:126,127; Malachia 3:18)7ACB 498.4

    Che nessuno di voi ceda alla tentazione di abbandonare la fede in Dio a causa del disprezzo che pesa sulla Sua legge. Tutti noi dobbiamo pregare con tutto il cuore e con tutta l’anima come fece il Salmista: È tempo che il SIGNORE agisca;
essi hanno annullato la tua legge. Per questo io amo i tuoi comandamenti più dell’oro, sì, più dell’oro finissimo. (Salmo 119:126,127)7ACB 498.5

    Pertanto, a causa del disprezzo universale verso Dio, io non voglio tradirlo, anzi, lo glorificherò ancor di più e Gli sarò leale. E allora! Gli avventisti del settimo giorno, non devono rilassarsi troppo nella loro devozione; anzi, è necessario che dimostrino le loro capacità nel difendere la legge del Signore. Non è forse corretto che essi debbano portare la testimonianza incrollabile, nobile ed edificante per mezzo delle loro labbra? Per questo io amo i tuoi comandamenti più dell’oro, sì, più dell’oro finissimo.7ACB 498.6

    Quando la legge di Dio viene disprezzata, allora è arrivato il momento per ogni seguace di Cristo, per coloro i cui cuori sono stati dati a Dio, e che Gli danno assoluta ubbidienza, di difenderla senza batter ciglia con fede. Allora vedrete nuovamente la differenza che c’è fra il giusto e l’empio, fra colui che serve DIO e colui che non lo serve. (Malachia 3: 18) È arrivato il tempo di combattere, perché i campioni della lotta sono pronti. (RH, June 8, 1897)7ACB 498.7

    13 — Dio onora la fedeltà degli anziani — (2 Timoteo 4:7,8)7ACB 499.1

    Sulla nostra terra vivono molti che hanno superato novanta anni. Di conseguenza, nella loro vecchiaia sono visibili i segni della debolezza; tuttavia, essi continuano a credere nell’amore di Dio. Su di loro è stato già posto il sigillo del Signore ed essi faranno parte di coloro di cui Egli ha detto: Beati i morti che muoiono nel Signore. (Apocalisse 14:12) Con Paolo, essi possono dire: Ho combattuto il buon combattimento, ho finito la corsa, ho serbato la fede. Ormai mi è riservata la corona di giustizia che il Signore, il giusto giudice, mi assegnerà in quel giorno; e non solo a me, ma anche a tutti quelli che avranno amato la sua apparizione. (2 Timoteo 4:7,8) Dio onora i capelli bianchi di coloro che hanno combattuto una buona battaglia e conservato la fede. (Letter 207, 1899)7ACB 499.2

    Larger font
    Smaller font
    Copy
    Print
    Contents